Gola del Furlo – tartufi e macellai marchigiani

Una volta assaporata la bellezza della Toscana non poteva mancare un’imminente escursione / incursione nelle Marche, una regione bella dal punto di vista paesaggistico, elegante per le architetture dei borghi e affascinante da scoprire dal punto di vista enogastronomico.
L’idea di fondo era infatti quella di puntare ad Acqualagna, in occasione della “Fiera Nazionale del Tartufo Biancove lo avevo detto che qui non si trattava solo di camper ma anche di enogastronomia
Mi sono così costruito un’itinerario atto a visitare, lungo il tragitto, i punti di maggiore interesse (storico, artistico, paesaggistico ecc.); partendo da Roma toccando due regioni (Umbria e Marche) effettuo come prima sosta Orvieto, come si fa a passare da sotto Orvieto e non fermarsi!! Dove il Duomo troneggia non solo sull’abitato ma sull’intera vallata.

Qui è dove si può parcheggiare con il camper

anche se io ho parcheggiato poco più avanti nel parcheggio pubblico, in quanto come furgonato entro normalmente negli stalli di un’auto, qui:

Da entrambi i parcheggi si arriva facilmente al Duomo, passando dalle belle stradine del centro, inoltre ritornando alla propria casamobile vicino ai parcheggi c’è il pozzo di San patrizio (da vedere).
In alternativa c’è proprio uno spazio dedicato ai camper vicino la stazione a valle, in Piazza della Pace, una funicolare collega il centro con la stazione.
Da vedere, la “Orvieto Sotterranea” …e poi signori che altro dire se non che “Umbria Jazz” passa da Orvieto?

Dalla visita ad Orvieto mi dirigo verso Urbino per la passa la serata e la notte, non trovo facilmente posto per parcheggiare, punto a un grande parcheggio a Piazza Borgo Mercatale ma vedo che c’è il solito divieto per camper, mi sono così arrangiato a Via Giacomo Matteotti (…il vantaggio di avere un furgone!):

e mi avvio per le incredibili salite verso Piazza Rinascimento, la sera Urbino mostra tutto il suo fascino medioevale, l’illuminazione aiuta ad amplificare l’atmosfera. 

Tento di mangiare da “Il Cortegiano”, che avevamo visto nelle recensioni e nelle segnalazioni delle guide e dai cittadini ai quali abbiamo chiesto informazioni, purtroppo era chiuso non posso darvi un mio giudizio personale, sarà per la prossima volta, vi farò sapere …o fatemi sapere se ci andate 😉
Passata la notte mi avvio verso Acqualagna, vi avverto, la Flaminia è completamente devastata da buche, si mette a dura prova ogni oggetto nella cucina ed i nervi, non si riesce a sentire neanche la radio dal rumore delle buche 🙂
Arrivati ad Acqualagna parcheggio e mi dirigo verso Piazza Mattei, dove trovo alcuni banchi con i magici frutti del bosco, i tartufi (“bianchetto” in quel periodo) erano profumatissimi e “abbordabili” da un punto di vista economico, d’altronde eravamo in tre nell’occasione di questa spedizione punitiva contro i tartufi di Acqualagna 🙂 pertanto ne bastava poco in grammi per soddisfare tre palati.  Bene avevamo le nostre piccole pepite, siamo nel cuore delle Marche e la carne marchigiana è famosa, quale migliore occasione per vivere questo matrimonio tra una bella tagliata ed il tartufo? Ci imbattiamo in una macelleria, piccola ma fornitissima, attira subito la nostra attenzione:

“Macelleria Sorcinelli”

entriamo e conosciamo il proprietario, simpatico e molto preparato; ci spiega un po’ di cose sui buoni prodotti della sua terra, acquistiamo la nostra tagliata e della trippa già sbollentata e lui molto gentilmente ci fa visitare il suo locale, proprio sopra la macelleria “Osteria Braceria – Specialità al Tartufo da Plinc“:

un locale molto carino e curato, ci saremmo volentieri seduti a provare le specialità locali ma avevamo già tutto il menù pronto da consumare in camper!!
Ad ogni modo vi posso sicuramente dire che la carne era molto buona, molto buona veramente e dall’oblò usciva un profumino che quando le persone passavano da vicino al camper si giravano 🙂

Parcheggiati lungo il “Passo del Furlo” ci godiamo il pranzo e questo magnifico spettacolo …ed una bottiglia di rosso :-):

C’è molto da scoprire in merito alle gole e da approfondire anche da un punto di vista storico ma soprattutto vi sono diverse attività che si possono fare, nel sito della “Riserva Naturale Statale Gola del Furlo” ci sono i contatti e gli eventi per potersi sfogare a dovere 🙂
Lasciamo Acqualagna per iniziare il rientro, puntando alle porte di Gubbio, difficile trovare un parcheggio vicino il centro storico ma ne troviamo uno comodo lungo Viale Teatro Romano, saliamo e questo è lo spettacolo di questo meraviglioso paese:

Le cose da visitare a Gubbio sono numerose, la cittadina è molto attiva e piena di eventi ma un evento sicuramente eccezionale è l’appuntamento con  gli sbandieratori e la “Festa dei Ceri

Via lascio il consueto itinerario e qualche coordinata:

Orvieto:
Parcheggio Camper Orvieto = 42.722548, 12.117421
Parcheggio della Funicolare, Piazza Della Pace, Orvieto = 42.725400, 12.126374
Pozzo di San Patrizio = 42.722561, 12.120354
Acqualagna:
Macelleria Sorcinelli = 43.616750, 12.671449
Passo del Furlo = 43.644374, 12.720214

Un saluto a tutti
VAN-eggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.