Giardino dei Tarocchi – Capalbio

One pill makes you larger,
and one pill makes you small
And the ones that mother gives you,
don’t do anything at all
Go ask Alice, 
when she’s ten feet tall

Il Giardino dei Tarocchi a Capalbio è un posto fantastico (nel senso che è un posto di fantasia), ideale per portarci bambini ma bello anche per adulti. Ispirato da Gaudì per il lavoro a “Parque Guell” in Barcellona, Niki de Saint Phalle nel 1979 inizia i lavori a Capalbio manipolando cemento, acciaio, specchi e ceramiche, per trasformarli magicamente dopo 17 anni di messa in opera e con il supporto di altri famosi artisti contemporanei in quello che oggi è il “Giardino dei Tarocchi”; aperto al pubblico nel 1998,  oggi gestito dall’omonima fondazione. 

Più che ricordare il mondo fantastico in stile “Cirque du Soleil” a me ha riportato alla memoria i viaggi lisergici degli anni ’70, per questo la strofa iniziale, dei Jefferson Airplane con il testo di “White Rabbit” del ’67 e suonato a Woodstock nel ’69.
Il mondo di “Alice nel Paese delle Meraviglie” (leggetevelo) sembra materializzarsi benissimo nel Giardino dei Tarocchi.

…dai versi del bianconiglio: 
Un secreto che altrui non apparisca,
Un secreto nascosto nel pensier
per dire che trovare il Giardino dei Tarocchi non è facile, non è ben segnalato; intanto diciamo che percorrendo l’Aurelia, all’altezza di Capalbio, più precisamente in Località Garavicchio – Pescia Fiorentina (GR) ci sarebbe l’ingresso con comodo parcheggio anche per i camper.

E’ facile che l’imbocco dall’Aurelia si salti, bisogna andare piano, questo è il punto nel quale inserirsi dall’Aurelia:

Finché non si parcheggia e si effettua l’ingresso non si sa a cosa si va incontro, una volta dentro sembra essere immersi in un’atmosfera totalmente diversa rispetto al mondo esterno ai 2 ettari di parco; aperto nel periodo dell’anno che va dal 1 Aprile al 15 Ottobre, dal lunedì alla domenica dalle 14:30 alle 19:30, per il dettaglio dei costi vi rimando direttamente al sito della fondazione.

La piazza centrale, il punto più basso, funge da anfiteatro, si è accolti da “La Ruota della Fortuna” con un gioco d’acqua dal quale è facile da subito percepire quasi tutte le strutture del Giardino. 

Qui una preziosa mappa interattiva con tutte le opere ed i sentieri, di seguito le foto de “L’Imperatrice” ed i suoi interni:

…e ovviamente quelli de “L’Imperatore”, le cui colonne sono bellissime (come il Re e la Regina di cuori di Alice):

La “Torre di Babele”:

la “Papessa”

La “Giustizia”

Il “Papa”

 

Continuo con altre opere mentre continuano a rimbombarmi i versi di “White Rabbit”:
When logic and proportion 
have fallen sloppy dead
And the white knight is talking backwards

And the red queen’s off with her head
Remember what the dormouse said
Feed your head, feed your head

Non posso che lasciarvi con la voce di Grace Slick che canta:

One pill makes you larger, 
and one pill makes you small
And the ones that mother gives you, 
don’t do anything at all
Una pillola ti fa diventare più grande, 
e una pillola ti rimpicciolisce
E quelle che ti dà tua madre, 
non hanno alcun effetto
Go ask Alice, 
when she’s ten feet tall
Prova a chiederlo ad Alice, 
quando è alta dieci piedi
And if you go chasing rabbits, 
and you know you’re going to fall
Tell ‘em a hookah-smoking caterpillar 
has given you the call
E se tu vai a caccia di conigli, 
e ti accorgi che stai per cadere
Dì loro che un bruco che fuma il narghilè 
ti ha mandato a chiamare
And call Alice, 
when she was just small
E chiama Alice, 
quando è proprio piccola
When the men on the chessboard 
get up and tell you where to go
And you’ve just had some kind of mushroom, 
and your mind is moving low
Quando gli uomini sulla scacchiera 
si alzano e ti dicono dove devi andare
E tu hai appena preso qualche specie di fungo, 
e la tua mente sta affondando
Go ask Alice, 
I think she’ll know
Prova a chiedere ad Alice, 
penso che lei saprà
When logic and proportion 
have fallen sloppy dead
And the white knight is talking backwards
Quando la logica e le proporzioni 
sono cadute morte al suolo
E il cavaliere bianco sta parlando all’incontrario
And the red queen’s off with her head
Remember what the dormouse said
Feed your head, feed your head
E la regina di cuori ha perso la sua testa
Ricorda quello che aveva detto il ghiro: Alimenta la tua mente, alimenta la tua mente

 

Coordinate:
Parcheggio Giardini Lisergici = 42.424403, 11.469864
Svincolo dall’Aurelia = 42.414251, 11.462396

Se riuscite a visitarlo al di fuori del fine settimana riuscirete meglio ad apprezzare le opere, a volte si affolla molto!

Un saluto a tutti
VAN-eggio
 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.