In Calabria tra cucina e tradizioni – NonSolo’Nduja

Da quei pochi studi filosofici liceali ho sempre apprezzato il concetto base che un giorno merita di essere vissuto se si è almeno appreso qualcosa di nuovo,  inoltre mi accompagnano in questo periodo le parole di  Leo Buscaglia: “Ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo, noi stessi diventiamo qualcosa di nuovo”  a questo punto non posso che aggiungere che il “ricredersi” vale come doppia scoperta ed il mio ricredersi prende corpo da uno dei miei ultimi “viaggetti” per terre meridionali, là dove finisce l’italico stivale per capirci ed ha come riferimento alcune produzioni del mondo enogastronomico, sulle quali ho sempre avuto non delle riserve ma un giudizio non propriamente privo di preclusione, con mio enorme dispiacere aggiungerei; ovviamente non parlo della cucina del territorio, sulla quale nessuna critica può essere avanzata, anzi…

(altro…)

La città di pietra – Zungri

Siamo in Calabria, nella provincia di Vibo Valentia, vicino Tropea; la Calabria è una regione ricchissima di storia, arte ed una bellezza naturale unica.
Sebbene lontana purtroppo da più noti percorsi turistici anche a causa della sua posizione, la Calabria offre dei siti di interesse storico molto affascinanti.
Trovandomi nelle vicinanze con il mio fidato VAN-eggio, ho fatto rotta verso Zungri (in greco “roccia”), l’ultimo comune italiano in ordine alfabetico, a 500 m circa slm, un piccolissimo centro abitato di quasi 2000 abitanti e con un antico insediamento rupestre risalente al X e XII sec. (anche se a me è sembrato di qualche millennio più antico) costituito all’incirca da 100 abitazioni scavate nella roccia di natura arenaria; ricorda molto i sassi di Matera, sono
Le grotte di Zungri degli Sbariati. Leggi tutto “La città di pietra – Zungri”

Provenza, andata e ritorno per il Portogallo

Se l’estate 2018 è stata caratterizzata in primis da una serie di fughe dalla calura estiva verso il fresco della montagna (Terminillo, Monte Amiata, Campo Imperatore, ecc.) e da fortuiti incontri tra viaggiatori, Settembre era il mese destinato alla scoperta di iberici territori, alla ricerca di edibili storie, innanzitutto; la meta era Spagna del Sud e Portogallo e ovviamente bisognava per forza passare dalla Provenza. Questo è stato il tragitto per intero, qui parliamo in modo esclusivo della parte provenzale, altrimenti l’articolo diventa un capitolo di un libro, sono costretto a dividerlo in più parti.
(altro…)

Luso #Portogallo

Sull’onda dell’influenza di “Ricardo Espírito Santo Silva Salgado” ci perdiamo nelle campagne di Coimbra, per imbatterci in Luso, un’unità amministrativa secondaria, una “freguesia” portoghese appartenente al comune di Mealhada; famosa per gli impianti termali, fondati nel 1852. 
Gli edifici in Luso conservano ancora quel caratteristico stile di quegli anni.

(altro…)

(o)Porto oppure “Cidade invicta”

Porto oppure Oporto, capitale industriale del nord del Portogallo, si sviluppa maggiormente sulla sponda nord del fiume Douro, mentre il lato sud del fiume urbanisticamente è stato in passato come oggi più espressione di attività industriali e portuali. Oggi la città si è allargata moltissimo e continua a farlo, inglobando zone prima dedicate esclusivamente ai pescatori piuttosto che ad altre attività una volta più “periferiche”, pur mantenendo il suo caratteristico e affascinante stile un po’ barocco, un po’ romanico, un po’ moderno, un insieme che caratterizza il suo stile tipico nord portoghese.

(altro…)