fbpx

Share This Post

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Share on tumblr

Seconda Batteria Servizi su Trigano Eurocamp

Sul mio VAN (Trigano Eurocamp), su motorizzazione Ducato X244 del 2005, la batteria servizi è situata sotto il sedile guida, quindi la prima domanda che un qualunque camperista si pone è: “quindi posso metterne una seconda sotto il sedile passeggero?” La risposta è no.
Sotto il sedile passeggero c’è il carica batteria della “Nordelettronica” mod. NE143 (che non è il nuovo NE287) ma fa il suo lavoro, almeno con una batteria AGM 100 ah NDS Green Power, quando poi monterò la seconda in parallelo vediamo che mi consiglierà la Nordelettronica.

Ora non voglio entrare nell’attuale diatriba delle batterie a LiFePo4, di BMS, di Sterling Power, fornelli ad induzione, fotovoltaico poli-o-monocristallino ecc. Qui si parla di un misero impianto con una singola batteria AGM 100ah e la possibilità di ricavare dello spazio per installare la seconda BS in un 5,60 m.

Uno dei principali problemi nel realizzare lo spazio per una batteria servizi sotto al sedile, passeggero o guidatore che sia sul VAN in questione, che è assemblato su Ducato x244, è che sotto al sedile c’è spazio per una sola batteria, in posizione “sdraiata” su un fianco con i poli rivolti verso l’avantreno; al contrario sui modelli successivi dei Ducato, già dal x250, il telaio che sorregge i sedili ha un alloggiamento che concede spazio per ben due batterie posizionate in verticale, con i poli rivolti verso l’alto. Ora non ho ben capito se i supporti per i sedili siano legati all’omologazione dello stesso, cinture comprese, altrimenti si potrebbe pensare di sostituirli con quelli montati nei nuovi modelli x250 o successivi. Dovrebbero però esistere delle batterie, con dimensioni in altezza leggermente ridotte e queste potrebbero entrare in verticale e forse anche due per ogni sedile ma la domanda è: “hai veramente bisogno di portarti 4 batterie?
In ogni caso le opzioni in gioco sono queste pertanto la prima cosa da fare è individuare dove collocare tutta la roba che si sposterà da sotto il sedile passeggero e soprattutto come organizzare la matassa dei cavi mal organizzata in fase di assemblaggio del mezzo.

L’unico posto vicino che non mi vede coinvolto nell’allungare i cavi è giusto dietro il sedile passeggero, sulla parete del frigo. Procedo quindi innanzitutto smontando tutte le paratie di plastica della base del sedile, sarebbe meglio smontare e togliere completamente il sedile dalla base, per avere un accesso più agile. Tra l’altro non essendo un posto a portata di mano per le pulizie scopro che è parecchio impolverato, credo che l’ultimo che ci abbia messo mani siano stati i tecnici della Trigano in fase di montaggio, la guaina copri-cavi tra le altre cose era usurata.

Inizio a studiare un minimo i collegamenti e scopro che il tutto è montato su una piastra, sulla quale sono agganciati gli stessi cavi a massa, pur non scaricando quest’ultima da nessun’altra parte. Inizio a scollegare tutto, tanto i poli dei morsetti sono obbligati, non potrò sbagliare a rimontare il tutto. L’idea che avevo di chiudere il tutto in una scatola elettrica va a farsi friggere per due motivi, il primo quello del riscaldamento dell’apparato, che avrebbe avuto molto meno aria per disperdere rispetto al precedente vano semi-aperto sotto il sedile e poi perché volevo riportare le stesse condizioni di prima, compreso gli attacchi a massa sulla piastra. La scatola che avevo pensato di usare era una cosa del genere, che avevo anche spruzzato con una bomboletta nero-wrapping:

Ad ogni modo, bocciata questa idea smonto tutto da sotto il sedile passeggero, compreso la piastra, la taglio con il frullino per la misura idonea ad alloggiarsi tra il sedile ed il frigo e riaggancio tutti collegamenti, curandomi di posizionare i cavi in modo ordinato e di lasciare lo spazio libero per quando arriverà la seconda batteria.

Ne approfitto do una bella pulita sotto al sedile dov’era alloggiato prima il tutto, metto del silicone dietro la piastra dove ho reinstallato il caricabatterie con tutti i cavi e l’appiccico alla parete del frigo (non volevo usare viti, se per caso sbagli un minimo la profondità della viti rischi di bucare il frigo facendo danni seri, tra l’altro la paretina in legno è molto sottile), metto un sostegno sotto e aspetto un paio di giorni che asciughi bene. E’ passato circa un anno e pur non usando un sostegno sotto, in modo che lavori in appoggio e non in trazione sul silicone, ancora regge egregiamente.

Vi lascio un video, che pur essendo pessimo, vale sempre100 immagini e 1000 parole:

Ovviamente tutto questo l’ho fatto con la batteria servizi completamente scollegata. Questo è il risultato finale dopo aver messo a posto i cavi, che dovrei accorciare ma lo farò dopo aver montato la seconda BS:

In alternativa il carica batteria può essere montato, come ha fatto il mio amico su Eurocamp2, in modo più ordinato sul tappo di plastica del sotto sedile. Lasciando i cavi nascosti dietro la plastica così non si vedono più.

Grazie per essere saliti a bordo – Buona strada e buona manutenzione
VAN–eggio

Share This Post

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Share on tumblr