fbpx

Share This Post

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Share on tumblr

Tappezzeria pannelli di rivestimento

Con l’occasione dell’attività di coibentare i portelloni del VAN {vedi Coibentazione VAN} ho smontato tutti i pannelli di rivestimento del mio amato Trigano Eurocamp dai portelloni posteriori e laterale; rivestiti da mamma Trigano con del tessuto bianco su blu per i pannelli superiori e con un vellutino blu per i pannelli sottostanti. 

Il problema del tessuto, sebbene copra meglio di altri materiali le imperfezioni sottostanti, purtroppo tende ad accumulare polveri e non è così facile pulirli. Inoltre la struttura dei pannelli è in compensato e col tempo e con qualche goccia d’acqua entrata l’aprendo i portelloni durante le piogge, il legno scolorisce sul tessuto e per quest’ultimo non è più possibile sbiancarlo in quanto non trattasi di sporcizia ma di colore del legno sul tessuto, non per ultimo ancora il vellutino dei pannelli sotto accumula polvere per sua natura. Ho deciso quindi di togliere il rivestimento ed optare per altro materiale/colore.

Di seguito i vecchi pannelli smontati e le misure prese per il calcolare la quantità e lo sfrido per il nuovo materiale:

Dopo una vasta ricerca sul tipo di materiale da utilizzare ed un continuo via vai con i  pantoni per scegliere il colore adatto agli infissi delle finestre, che non avrei sicuramente potuto e voluto cambiare, scelgo l’ecopelle come materiale per due semplici motivi: facilità di pulizia rispetto al vellutino e costo contenuto del materiale.
Ho come mio solito cercato di imparare le tecniche per tappezzare in fai da te ma dopo alcune ore di video ho capito che ognuno deve fare il suo mestiere ed il mio non è il sicuramente il tappezziere.

Con l’ausilio di un tappezziere vero, calcolo i metri quadri  necessari considerando il minor sfrido possibile, quindi effettuo l’ordine del materiale, aspetto che arrivi (perché c’è crisi di materiali anche nel settore della tappezzeria) aspetto che il lavoro venga effettuato e vado a ritirare i pannelli già lavorati.

I problemi ora sono diversi, innanzitutto smontare e rimontare i pannelli del portellone laterale, nel caso dell’Eurocamp sono tenuti alla lamiera del portellone mediante delle viti ed avendo per metà del portellone laterale il mobile della cucina è particolarmente fastidioso non tanto smontare ma rimettere le piccole viti in quei forellini minuscoli {vedi Coibentazione VAN}.

Altro suggerimento che mi sento di dare se voleste imbattervi in questo tipo di manutenzione / ristrutturazione è di inserire tra il compensato e l’ecopelle (o altro materiale scelto) un sottile strato di un qualsiasi tessuto, per rendere più liscio verso l’ecopelle tutte quelle imperfezioni date dal legno, che potrebbero al tatto e all’occhio essere riportate al pannello. 

Cambiando i colori dei pannelli, di fatto il “tema” blu degli interni in abbinamento alle tendine e alla dinette è da rivedere perché tra l’ecru scelto per la parte superiore dei pannelli ed un grigio topo per la parte sottostante ormai il blu è da eliminare da tutto il resto. 


Di seguito il risultato del lavoro di tappezzeria e rimontaggio dei pannelli. 

Grazie per essere saliti a bordo – Buona strada e buona manutenzione
VAN–eggio

Share This Post

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Share on tumblr